76° Anniversario “Tredici Martiri di Lovere”

celebrazione del

76° ANNIVERSARIO

della fucilazione dei

TREDICI MARTIRI

LOVERE

1943-2019

Quest’anno le celebrazioni della ricorrenza dei TREDICI MARTIRI sono legate ai giovani cui sono state indirizzate le iniziative volute dal COMUNE DI LOVERE nella persona del Sindaco prof. Alex Pennacchio con il coinvolgimento di ANPI Lovere e ISREC Bergamo.

I membri del direttivo ANPI e i collaboratori di ISREC, ciascuno per le proprie competenze hanno organizzato degli incontri con le classi degli Istituti scolastici loveresi dalle medie alle superiori per dialogare con loro della RESISTENZA nella nostra zona,  teatro di importanti avvenimenti per la liberazione dal nazifascismo.

I ragazzi hanno potuto conoscere in dettaglio il triste episodio della fucilazione dei TREDICI MARTIRI cui è intitolata la piazza  principale del paese, grazie alle testimonianze dei figli dei partigiani e a quelle dei ricercatori storici dell’ISREC.

Nel dibattito non si è mancato di sottolineare quanto sia ancora attuale il messaggio lanciato dai nostri padri più di 76 anni fa, che lasciandoci in eredità la COSTITUZIONE ci hanno lasciato anche il dovere di tutelarla tramite le scelte quotidiane della vita.

La serie degli incontri si è conclusa con la rappresentazione teatrale dello spettacolo “FUORILEGGE” a cura del gruppo teatrale SILENCE di Lovere.

I ragazzi hanno trovato lo spettacolo che narra dei TREDICI MARTIRI, coinvolgente ed emozionate e hanno continuamente applaudito durante e dopo la manifestazione sottolineando il gradimento a quanto loro proposto. Spero si possa pianificare la ripetizione di questo percorso tanto apprezzato dagli studenti e insegnanti momento di formazione che li aiuta a crescere e a crearsi una coscienza critica e costruttiva rispetto a quanto li circonda. Gli attori del SILENCE ed il  Presidente Luigi Pezzotti hanno dedicato due anni del loro lavoro per mettere a punto questa opera derogando anche alla loro normale proposta teatrale per far conoscere questi aspetti della nostra storia recente,  permettendo ai nostri ragazzi di far correre il pensiero con riconoscenza a quei giovani ogni volta che sosteranno nella piazza principale di Lovere conoscendo perché e per quale causa hanno rinunciato ad un bene prezioso quale la vita.

Grazie a tutti coloro hanno contribuito a costruire questa bella esperienza.

Domenica 22 dicembre conclusione con le celebrazioni della ricorrenza cui contiamo grande partecipazione